In libreria

Tutti passano per l’inglese

«Fare cultura oggi in Italia significa in larghissima misura fare da mediatori, spiegatori, diffusori, traduttori, di cultura prodotta in inglese.» In La cultura in trasformazione (a cura di cheFare, minimum fax), Vincenzo Latronico riflette sulla pervasività anglosassone nel nostro mondo. L’intervento è lungo e merita di essere letto con calma.… [ Va' avanti ]

I finalisti del Premio Babel-Booksinitaly 2016

salvatore_corbiere

I finalisti del Premio Babel – BooksinItaly 2016 per un giovane traduttore letterario italiano meritevole di attenzione sono i traduttori delle tre opere che vedete qui accanto (dall’olandese, dal francese e dal portoghese). In ordine:

Stefano Musilli (L’autistico e il piccione viaggiatore di Rodaan Al Galidi, ed. Il Sirente), Luca Salvatore (Gli Amori gialli di Tristan Corbière, Arcipelago) e Marta Silvetti (La bambola di Kokoschka di Afonso Cruz, La nuova frontiera).… [ Va' avanti ]

Collodi e Le Fate che appaiono all’improvviso

Illustrazione di Giuliano Ferri per l'edizione Gallucci del 2013

Illustrazione di Giuliano Ferri per l’edizione Gallucci del 2013

Sulla Domenica del Sole 24 ore, Daniela Marcheschi ripercorre la storia dei Racconti delle Fate di Perrault, Mme d’Aulnoy e Mme Leprince de Beaumont tradotti da Carlo Collodi. Come mai un racconto assente nella prima raccolta riappare magicamente molti anni dopo, nel 1944?… [ Va' avanti ]

Specimen, nuova rivista di traduzione

Dal Festival di letteratura e traduzione Babel è nata Specimen, una rivista culturale on–line che esplora le molteplici forme della traduzione. Specimen commissiona, traduce e pubblica testi in ogni lingua e ogni alfabeto, scritti da una super famiglia di caratteri che attraversano tipologie, realtà letterarie e forme culturali diverse. Tra i primi autori pubblicati compaiono Derek Walcott, Enrique Vila-Matas, Giorgio Orelli e Aleksandar Hemon.… [ Va' avanti ]

Come un testo greco: Moshe Kahn e Horcynus Orca in tedesco

Su Nazione Indiana, Davide Orecchio ha raccolto le parole di Moshe Kahn, il primo traduttore di Horcynus Orca di Stefano D’Arrigo in un’altra lingua, il tedesco. Lunghi anni di lavoro con una consapevolezza: il siciliano porta con sé una eredità greca. Dice Kahn che all’improvviso si è ridestato l’interesse per questo capolavoro.… [ Va' avanti ]

Risposta multipla di Alejandro Zambra, dal Cile all’Italia

Sembra un test d’ingresso, ma è un romanzo. È appena uscito Risposta multipla di Alejandro Zambra (SUR), un libro che pone molte domande e ci riporta ai tempi in cui in Cile non sembrava esserci alternativa possibile. Sul blog “Sotto il vulcano“, Maria Nicola racconta come ha colmato nella sua traduzione la distanza culturale con l’Italia.… [ Va' avanti ]

Lo spagnolo di tutti e di nessuno

/Eva Vázquez

/Eva Vázquez

Babelia, il supplemento letterario di «El País», ha dedicato uno speciale alla traduzione. In particolare, nell’articolo di Maribel Marín si sottolinea un problema assente in italiano. Cosa comporta pubblicare un’unica versione di un testo valida in Spagna e in America Latina? Così facendo, non si neutralizzano le differenze?… [ Va' avanti ]

Due universi lontanissimi: la poesia e il traduttore automatico (!)

Charter-in-delirio-e1469354161169Avevamo già accennato a Charter in delirio! (Elliot), curioso esperimento editoriale che incrocia la poesia di Emily Dickinson con i traduttori automatici. Su il lavoro culturale, Dario Cecchi ha intervistato la curatrice Marzia Grillo per capire meglio il senso dell’operazione.… [ Va' avanti ]

Intervista a Gianmaria Finardi su Sul soffitto di Éric Chevillard

cover_sul_soffittoSu Senzazucchero, il blog di Del Vecchio Editore, il nostro Damiano Latella ha intervistato Gianmaria Finardi, traduttore di Sul soffitto di Éric Chevillard, la prima opera dello scrittore francese a essere tradotta in italiano (e senza bisogno di note del traduttore). Un libro che mette tutto sottosopra.… [ Va' avanti ]