Categoria: In libreria

Il mestiere dell’ombra

Henry Beyle ha appena pubblicato in un’elegantissima edizione Il mestiere dell’ombra. Tradurre letteratura di Renata Colorni (pp. 104, otto immagini applicate a mano, 35 €, anche in tiratura numerata e firmata, 70 €), in cui confluiscono le riflessioni della lunga esperienza editoriale dell’autrice. Su La Stampa del 13/11/20 Ernesto Ferrero lo ha presentato nell’articolo che trovate dopo il salto.… [ Va' avanti ]

In viaggio con Anna Nadotti

Anna Nadotti (foto di Laura Accerboni)

Nella lectio di Anna Nadotti, in occasione della consegna del Premio Pavese 2020 per la sezione Traduzione, arrivano voci da lontano, perché è intessuta di citazioni di autori da lei tradotti: da Virginia Woolf ad Amitav Ghosh, da Hisham Matar a Rachel Cusk. Mettiamoci in viaggio.… [ Va' avanti ]

Traduzione e violenza

Su Internazionale, Francesca Spinelli sfida chi traduce a restare indifferente al titolo del saggio di Tiphaine Samoyault Traduction et violence (pubblicato in Francia da Seuil). Non solo nel senso della lotta con il testo originale: c’è anche il «potere di appropriazione e di riduzione dell’alterità». … [ Va' avanti ]

Le cinque opere finaliste del Premio Mario Lattes per la traduzione

Sono state scelte le cinque traduttrici finaliste del Premio Mario Lattes per la traduzione, riservato quest’anno alla lingua araba.

Maria Avino: Morire è un mestiere difficile del siriano Khaled Khalifa (Bompiani);
Samuela Pagani: Corriere di notte della libanese Hoda Barakat (La Nave di Teseo);
Nadia Rocchetti: Viaggio contro il tempo della libanese Emily Nasrallah (Jouvence);
Monica Ruocco: Il suonatore di nuvole dell’iracheno Ali Bader (Ago, 2017);
Barbara Teresi: Una piccola morte del saudita Mohamed Hasan Alwan (E/O).… [ Va' avanti ]

Un nuovo Ulisse di Joyce, tradotto da Mario Biondi

Un nuovo Ulisse si aggiunge alle versioni italiane del capolavoro di James Joyce, tradotto e annotato da Mario Biondi per La Nave di Teseo. Una voce che si unisce a quelle di Giulio De Angelis (Mondadori, 1960), Bona Flecchia (Shakespeare & Company, 1995), Enrico Terrinoni con Carlo Bigazzi (Newton Compton, 2012), Gianni Celati (Einaudi, 2013).… [ Va' avanti ]

L’invasione (e la censura) delle traduzioni

Su L’Indice dei Libri del Mese di aprile 2020, il nostro Michele Sisto parte da Il vizio dell’esterofilia di Christopher Rundle (Carocci, versione aggiornata e ampliata del precedente Publishing Translations in Fascist Italy) per tracciare un bilancio degli sviluppi più recenti degli studi sui rapporti fra politica e traduzioni nel ventennio fascista.… [ Va' avanti ]

I finalisti del Premio Annibal Caro 2020

Sono tre i finalisti del Premio Annibal Caro 2020:
Bruno Mazzoni (romeno) per Il Levante di Mircea Cărtărescu (Voland);
Scilla Forti (tedesco) per Quel che si vede da qui di Mariana Leky (Keller);
Tommaso Pincio (inglese) per Archivio dei bambini perduti di Valeria Luiselli (La nuova frontiera).

Aspettiamo il 6 giugno per conoscere il vincitore!… [ Va' avanti ]

“Parole del tempo” tra Italia e Austria

Segnaliamo il progetto editoriale bilingue Parole del tempo / Zeitworte, con cui gli editori alpha beta Verlag di Merano e Limbus Verlag di Innsbruck mettono a confronto narratori italiani e di lingua tedesca su un tema chiave del nostro tempo. Prevede una doppia edizione, italiana e tedesca, e la successiva traduzione incrociata delle due raccolte.… [ Va' avanti ]

Proust in giapponese

La terza traduzione della Recherche in giapponese è stata l’impresa compiuta da Kazuyoshi Yoshikawa (ed. Iwanami Shoten). Per di più coronata da un successo editoriale e commerciale non comune… Su Le Monde qualche dettaglio in più. … [ Va' avanti ]

Il grande sonno e le sue versioni

Su Esquire Italia, un viaggio a ritroso nelle versioni di Il grande sonno di Raymond Chandler, ora ripubblicato da Adelphi. Federico Di Vita accosta alcune delle precedenti traduzioni a quella nuova di Gianni Pannofino. Dal 1948 a oggi, molte cose sono cambiate…… [ Va' avanti ]