Autore: Damiano Latella

#StradeStream – Dialogo con Diego Marani (online, 1/10)

In occasione della Giornata mondiale della traduzione, Strade riparte con un dialogo con Diego Marani, presidente del Centro per il Libro e la Lettura (CEPELL), sui temi del fondo strutturale per la traduzione e del sostegno alla lettura. Modera Eva Valvo. Sulla piattaforma Zoom, giovedì 1° ottobre dalle 18 alle 18.30.… [ Va' avanti ]

Un impegno collettivo

Nel presentare Il disagio della sera di Marieke Lucas Rijneveld (Nutrimenti, trad. di Stefano Musilli, romanzo vincitore dell’International Booker Prize 2020), su Minima&Moralia Antonio De Sortis aggiunge qualche riflessione sui Paesi Bassi come «periferia letteraria dei grandi imperi linguistici» e sull’impegno collettivo necessario per lanciare un titolo “periferico”. … [ Va' avanti ]

Officina della traduzione 2020 (online, 10/9-17/12)

Il Master in traduzione letteraria e editing dei testi antichi e moderni dell’Università di Siena organizza l’Officina della traduzione 2020, un ciclo di dodici incontri online sulla pratica del tradurre a cadenza settimanale (il giovedì alle 17.30). Il primo incontro, con Valerio Magrelli (Tradurre versi isometrici e rimati, introduce e coordina Catherine Maubon) si terrà giovedì 10 settembre tramite Google Meet.… [ Va' avanti ]

Tempi da rispettare (per leggere in traduzione)

Riprendiamo dopo la pausa estiva parlando di calendari editoriali. Quanto tempo passa tra la pubblicazione in lingua originale e quella in italiano? A cosa si deve l’attesa? Come si coordinano le uscite? Su Il Post, Ludovica Lugli affronta il tema e spiega alcuni meccanismi della macchina editoriale (che non dipendono solo dai traduttori).… [ Va' avanti ]

Questione di blackness (e della sua resa)

Su Internazionale, Francesca Spinelli si interroga sulla resa in italiano della parola blackness, portatrice di nuovi significati, tanto che si può parlare di risemantizzazione. L'”essere nero” è solo una delle possibili soluzioni, che può rivelarsi insoddisfacente.… [ Va' avanti ]

Trasformazioni (secondo César Aira)

“Adesso che non traduco più”: dal blog di Eterna Cadencia (in spagnolo) un frammento dello scrittore argentino César Aira, in cui riflette “sui piccoli grandi problemi della microscopia della scrittura”. Sul concetto di traduzione di Aira (non equivalenza, ma trasformazione, anche estrema) rimandiamo all’approfondimento di Raul Schenardi sul suo blog Perle e cicatrici.… [ Va' avanti ]

«Attraverso di essa, un Paese»

Sul Corriere della Sera, nel discorso tenuto in collegamento da Claudio Magris in occasione del Premio italo-tedesco per la traduzione, spiccano queste parole:
«Non si traduce soltanto l’uno o l’altro libro; si traduce anche una cultura e, attraverso di essa, un Paese, la sua civiltà, la sua storia». … [ Va' avanti ]

L’arte di esitare. Dodici discorsi sulla traduzione (online, 8/7)

Mercoledì 8 luglio alle 21, sulla pagina Facebook delle Giornate della Traduzione Letteraria, la presentazione online di L’arte di esitare. Dodici discorsi sulla traduzione (marcos y marcos) prevede ospiti d’eccezione. Intervengono Giorgio Amitrano, Susanna Basso, Franca Cavagnoli, Renata Colorni, Lorenzo Enriques, Ena Marchi, Chiara Medioli (Fedrigoni), Yasmina Melaouah, Claudia Tarolo.… [ Va' avanti ]

Voci dal Nord America con Maurizia Balmelli (Lugano, 2/7)

TESS – Babel FestivalTess presenta

Voci dal Nord America: tradurre Miriam Toews, Mary Gaitskill e Kristen Roupenian
Con Maurizia Balmelli

2 luglio 2020 | 18:00
Park ‘n Read, Parco Ciani | Lugano
Ingresso gratuito

Traverseremo l’Atlantico con la traduttrice Maurizia Balmelli, e giunti nel Nord America visiteremo gli scritti di tre autrici inevitabili della letteratura contemporanea, a cui Maurizia ha dato voce in italiano: la canadese Miriam Toews e le statunitensi Mary Gaitskill e Kristen Roupenian.… [ Va' avanti ]

Darsi del tu e le voci narranti di Edina Szvoren

La raccolta di racconti Darsi del tu della scrittrice ungherese Edina Szvoren (ed. Mimesis) presenta voci narranti che sfruttano le possibilità grammaticali dell’ungherese, alcune delle quali assenti in italiano.
In questa nota, Claudia Tatasciore spiega come si è comportata nella sua traduzione. … [ Va' avanti ]