Omaggio a Guido Ceronetti

Omaggiamo Guido Ceronetti, audace traduttore di grandi classici come il Qohélet, Catullo e Orazio, con i celebri versi contenuti nella sua scelta delle Odi di Orazio (Adelphi).

Dum loquimur, fugerit invida aetas: carpe diem quam minimum credula postero. (Carmina 1, 11)

Noi parliamo e la rapinosa vita
È già fuggita
Godi oggi la luce, la futura
Credimi è niente.… [ Va' avanti ]

Ripartire dai classici

Illustrazione di Cleon Peterson contenuta nel volume

Bentornati! Riprendiamo a parlare di traduzione partendo doverosamente dal classico dei classici: la nuova versione dell’Iliade a cura di Franco Ferrari (Oscar Classici Mondadori). Un’impresa filologica di ricomposizione del testo originale e di «travestimento dell’esametro», con scelte metriche precise. Lo si spiega qui, con due brevi passi dal libro XXII: Ettore e Achille in combattimento e Andromaca che attende invano.… [ Va' avanti ]

Felice estate!

aereoAuguriamo una felice estate ai nostri lettori. Questo blog si prende un po’ di riposo. Arrivederci a settembre con tante altre notizie sul nostro argomento preferito!… [ Va' avanti ]

Quel di più di spontaneità

La-lingua-e-unorchestra_CP-350x492Su Alfabeta2, Franca Cavagnoli recensisce La lingua è un’orchestra di Mariarosa Bricchi (il Saggiatore).
Un saggio che contiene «una opportuna riflessione su errori e devianze dalla norma, e su come evitarli, ma anche su come vederli non simili a nemici bensì possibili alleati per dare alla frase che si sta traducendo – o scrivendo o a cui si fa l’editing – quel di più di spontaneità e di brio.»… [ Va' avanti ]