Longlist del Premio von Rezzori 2019

Il Premio von Rezzori annuncia la longlist dei finalisti per la narrativa straniera dell’edizione 2019. Dieci titoli che includono editoria grande, media e piccola (e soprattutto, varie lingue). Li trovate qui sotto.

La longlist del Premio Gregor von Rezzori 2019:

ANDRÉS BARBA, Repubblica luminosa
Traduzione dallo spagnolo di Pino Cacucci (La Nave di Teseo).

ELIF BATUMAN, L’idiota
Traduzione dall’inglese di Martina Testa (Einaudi).

ANNIE ERNAUX, Una donna
Traduzione dal francese di Lorenzo Flabbi (L’Orma).

STEFAN MERRILL BLOCK, Oliver Loving
Traduzione dall’inglese di Massimo Ortelio (Neri Pozza).

OTTESSA MOSHFEGH, Nostalgia di un altro mondo
Traduzione dall’inglese di Gioia Guerzoni (Feltrinelli).

GONÇALO TAVARES, Enciclopedia
Traduzione dal portoghese di Marco Bucaioni (edizioni Urogallo).

ERIC VUILLARD, L’ordine del giorno
Traduzione dal francese di Alberto Bracci Testasecca (Edizioni E/O).

CLAUDIA RANKINE, Non lasciarmi sola
Traduzione dall’inglese di Silvia Bre e Isabella Ferretti (66thand2nd).

SYLVAIN TESSON, Sentieri neri
Traduzione dal francese di Roberta Ferrara (Sellerio).

OLGA TOKARCZUK, I vagabondi
Traduzione dal polacco di Barbara Delfino (Bompiani).

La Giuria del Premio Gregor von Rezzori per la narrativa straniera e per la traduzione è composta da Beatrice Monti della Corte, Ernesto Ferrero, Andrea Bajani, Andrea Landolfi, Alberto Manguel e Edmund White.