La piccola nicchia che legge in originale

In un lungo articolo originariamente apparso su pagina 99, Francesco Guglieri affronta molti argomenti, tra cui l’informazione e la sua influenza sull’opinione pubblica. Questa riflessione ci spinge a riflettere sui motivi editoriali alla base della traduzione.

«Tempo fa sulla bacheca di un amico ho letto uno scambio tra tre o quattro addetti ai lavori sulla necessità di tradurre i libri di una scrittrice americana che compone piccoli poemetti in prosa, di una riga o due, quasi degli aforismi.… [ Va' avanti ]

I Premi Nazionali per la Traduzione 2016

premi_nazionalitrad2016Martedì 14 febbraio, presso la Biblioteca Angelica di Roma, sono stati conferiti i Premi Nazionali per la Traduzione 2016, destinati a traduttori ed editori italiani e stranieri. Qui di seguito i premiati e le motivazioni:

Ada Vigliani, per l’eccellenza delle opere di traduzione di autori tedeschi difficili da rendere in italiano, quali ad esempio W.G.[ Va' avanti ]

Il ritorno di Tristram Shandy

Finalmente è entrato nei «Meridiani» Mondadori il Tristram Shandy di Laurence Sterne, nella nuova edizione a cura di Flavio Gregori tradotta da Flavia Marenco de Steinkühl.

Su “L’Indice dei Libri del Mese” di gennaio 2017, Giuseppe Sertoli ha sottolineato le differenze con la più nota traduzione precedente di Antonio Meo, che risale al 1958.… [ Va' avanti ]

Da Napoli al Cairo: Elena Ferrante in arabo

Grazie a Chiara Comito e a Internazionale, scopriamo che L’amica geniale di Elena Ferrante è stato tradotto in arabo da Muauia Abdelmagid e pubblicato dalla casa editrice libanese Dar al Adab. La bravura della traduttrice ha avuto modo di dispiegarsi pienamente: il microcosmo napoletano è stato adattato a quello del Cairo, con la difficoltà di rendere anche vari termini d’uso figurato, come il concetto-chiave “smarginatura”.[ Va' avanti ]