Mordi e fuggi

Gli editori non traducono da soli…

Intervento di Aurelia Martelli

Pare non ci sia modo di far capire a chi scrive sui giornali che i libri di autori stranieri che circolano in Italia sono il frutto di un faticoso, delicatissimo e spesso malpagato lavoro svolto da professionisti in carne e ossa e dotati di nome e cognome, che del resto non è difficile rintracciare: in genere è riportato nel frontespizio o nel colophon.… [ Va' avanti ]

Il Papa lascia: chi lo capisce (in latino)?

Non pensavamo di tornare a occuparci di Benedetto XVI dopo il post di inizio anno. Facciamo i nostri complimenti a Giovanna Chirri, vaticanista dell’Ansa, la giornalista che per prima al mondo ha dato la notizia delle dimissioni del Papa. Dalla sala stampa vaticana, ha ascoltato le parole di Josef Ratzinger traducendole dal latino all’italiano.… [ Va' avanti ]

Più di un terzo, tre volte meno

Su Repubblica del 9 febbraio, Dario Pappalardo ribadisce il problema della retribuzione dei traduttori in Italia. Più di un terzo dei libri pubblicati nel nostro Paese è tradotto… mentre i traduttori britannici guadagnano in media tre volte di più dei colleghi italiani. Accogliamo molto volentieri anche l’articolo di Lorenzo Castelli su Finzioni, con l’inquietante immagine di Google Translate ma con gli interessanti commenti dei lettori.… [ Va' avanti ]

Tim Parks. Su editor, scrittori e traduttori

Vi segnaliamo questo articolo di Tim Parks (in inglese), apparso qualche giorno fa sul blog della New York Review of Books. Le riflessioni sul ruolo dell’editor e sulla distanza dalla norma linguistica sono molto interessanti, così come il discorso sui nomi di battesimo tradotti. Da quanto tempo Samuele Pickwick e Carlo Dickens sono diventati Samuel e Charles?… [ Va' avanti ]

Commenti e critiche sul nuovo statuto SIAE

Alcune considerazioni sul nuovo statuto della SIAE, che ha suscitato diverse reazioni negative e contro il quale alcune associazioni (Acep, Arci e AudioCoop) hanno presentato ricorso.

Qui il testo del nuovo statuto SIAE, approvato il 9 novembre 2012
http://www.siae.it/documents/BG_Normativa_Statuto2012.pdf?971431>

Sull’argomento si veda anche l’articolo dell’avv. Guido Scorza
http://tinyurl.com/bg3m88f

Interessante anche un altro articolo di Scorza, risalente ad agosto, in cui
si citano cifre e dati del bilancio SIAE
http://tinyurl.com/al6zba7

[ Va' avanti ]

La traduzione entra nella Real Academia Española

Per la prima volta nella sua storia secolare, la Real Academia Española ha deliberatamente eletto tra i suoi membri un traduttore. Si tratta del germanista Miguel Sáenz, che ha tradotto fra gli altri Grass, Bernhard, Sebald e tutto il teatro di Brecht. “Spero che il mio ingresso serva per rivalutare un ruolo fondamentale eppure così poco riconosciuto” ha commentato Sáenz, che il 22 novembre 2012 ha ricevuto più voti del collega Antonio Pau, voce spagnola di Rilke, Novalis e Hölderlin.… [ Va' avanti ]

Svicolare

di Gianfranco Petrillo

 

Al contrario di Baricco, Claudio Magris rispetta e valorizza i suoi traduttori. Per il «Corriere della sera» (Tradurre è trovare la nota giusta, 4 agosto 2012, pp. 48-49) ha intervistato la bravissima (e ben nota ai cultori della materia) croata Ljiljana Avirović, ricavandone una miniera di indicazioni che possono illuminare il lettore.… [ Va' avanti ]