In libreria

Tradurre un continente. La narrativa ispanoamericana nelle traduzioni italiane

Segnaliamo con piacere una bella raccolta di saggi pubblicata da poco da Sellerio, Tradurre un continente. La narrativa ispanoamericana nelle traduzioni italiane, a cura di Francesco Fava, con scritti di Gabriele Bizzarri, Lorenzo Blini, Rosalba Campra, Francesco Fava, Elena Liverani, Antonio Melis, Stefano Tedeschi e Norbert von Prellwitz. Il volume rappresenta una buona occasione per riflettere sui tanti nodi delle traduzioni dallo spagnolo del Centro e del Sud delle Americhe: l’esotismo, la resa dell’alterità culturale, le molteplici varietà linguistiche del continente.… [ Va' avanti ]

Nuova traduzione del Chisciotte… e i suoi predecessori

Nel numero del 17/2 di Alias, benemerito supplemento de “il manifesto”, Mario Mancini rende conto della nuova edizione con testo a fronte di Don Chisciotte della Mancia (a cura di Francisco Rico, traduzione di Angelo Valastro Canale, Bompiani). I filologi si soffermeranno sulle rilevanti novità introdotte nel testo da Rico, dopo un’attenta collazione delle diverse edizioni.… [ Va' avanti ]

Storia delle traduzioni in lingua francese – XIX secolo (seconda parte)

Come promesso, riportiamo qui alcune scoperte (o riscoperte) citate da Jean-Yves Masson in varie interviste. Nell’Ottocento, finalmente, per le traduzioni in francese di Shakespeare si riparte dal testo originale (!), e anche l’altro geniaccio dell’epoca, Cervantes, torna a circolare con il suo Chisciotte in ben dodici versioni diverse nell’arco del secolo.… [ Va' avanti ]

Storia delle traduzioni in lingua francese – XIX secolo (prima parte)

Segnaliamo l’impresa a dir poco titanica intrapresa da Yves Chevrel e Jean-Yves Masson, entrambi professori di letteratura comparata alla Sorbonne. Histoire des traductions en langue française, XIX siècle (1815-1914), pubblicato nel 2012 da Verdier, è il primo in ordine di apparizione di una serie di quattro volumi che abbracciano la storia della traduzione in francese dal Quattrocento ai giorni nostri.… [ Va' avanti ]

“Imagine” di John Lennon… in lumbard

Sul Sole 24 Ore del 6/1/2013 Lorenzo Tomasin recensisce un curioso volumetto, dal titolo E che il mondo sia una cosa sola. I dialetti danno voce a John Lennon (Ibis editore, Como-Pavia, 2012). Si tratta di una raccolta di traduzioni in vari dialetti di Imagine di John Lennon. In occasione dell’anniversario del celebre brano, alcuni poeti e scrittori dialettali ne hanno proposto diverse versioni secondo le varie regioni di provenienza.… [ Va' avanti ]

In altre parole. Quaderno di drammaturgia internazionale (Roma, 29/1)

Martedì 29 gennaio alle ore 17.30, alla Casa delle traduzioni (via degli Avignonesi 32, Roma), si terrà la presentazione del libro In Altre Parole. Quaderno di drammaturgia internazionale, a cura di Pino Tierno (ed. Editoria & Spettacolo). Oltre al curatore, intervengono Valentina Valentini e Francesco Randazzo.

La rassegna di drammaturgia contemporanea In Altre Parole Oltre ai consueti dibattiti con i drammaturghi, agli incontri sul teatro e sulla traduzione per la scena, quest’anno si aggiunge un Quaderno di Drammaturgia, denso di articoli a firma di artisti e studiosi di tutto il mondo, che illustrano profili e  tendenze della scena dei vari Paesi coinvolti nella rassegna.… [ Va' avanti ]

Intervista a Matteo Colombo

Sul Vanity Blog, il blog dei giornalisti di Vanity Fair, Raffaella Venarucci ha intervistato Matteo Colombo, traduttore di molti autori americani contemporanei, da David Foster Wallace a Jennifer Egan. Siamo contenti di leggere interviste molto divulgative, che raccontino al grande pubblico in cosa consiste concretamente il lavoro di un traduttore.… [ Va' avanti ]

Sulla traduzione, di Aldo Busi

Siamo lieti di dare spazio a un intervento inedito di Aldo Busi, che ha per argomento il lavoro del traduttore. Il testo è dedicato, per espressa volontà di Busi, a Glauco Felici, traduttore e ispanista scomparso da pochi mesi.

Omaggio a Glauco Felici (1946-19 settembre 2012), traduttore

2) Nota (non completata) in appendice alla traduzione (inedita, interrotta al sonetto 103) dei Sonetti di William Shakespeare

Soprassediamo al luogo comune che tradurre è tradire, e passiamo direttamente alla domanda una e trina: nel tradurre, quanto è determinante il guadagno che si ha rispetto alla perdita che si patisce?… [ Va' avanti ]